PhDs

BANCA DATI DELLE TESI DI DOTTORATO IN CINEMA, FOTOGRAFIA, TELEVISIONE
DATA BASE OF PhD DISSERTATIONS IN CINEMA, PHOTOGRAPHY AND TELEVISION
← TORNA ALL’ELENCO | BACK TO THE LIST


Un circuito marginale. Materiali, dispositivi e prassi della cinematografia di istruzione e propaganda rurale
Materials, devices and practices of education and propaganda rural films

Autore | Author
Deborah Toschi
deborah.toschi@unipv.it

Corso di dottorato | PhD Program
Discipline filosofiche e discipline delle arti e della comunicazione
Università Cattolica del Sacro Cuore
Tutor Francesco Casetti
2007

Sinossi | Abstract
Sullo sfondo del passaggio dal cinema dai primordi alla codificazione del dipositivo cinematografico, la presente ricerca si propone di indagare una pratica marginale: la cinematografia di istruzione e propaganda rurale, nel suo sviluppo in Italia tra il 1912 ed il 1937. Attraverso casi di studio inerenti l’Istituto Nazionale Minerva, L’Istituto Italiano Proiezioni Luminose, la cinemateca agricola dell’Istituto Luce e in maniera più tangenziale l’Opera delle proiezioni Luminose e l’Istituto Cerere, approderemo alla ricostruzione di un corpus specifico di materiali, dispositivi e prassi e all’individuazione di un percorso evolutivo di questo circuito minore. Lo studio di pratiche culturali “invisibili” e scarsamente affrontate dagli studiosi illumina le teorie sull’istituzionalizzazione svelando un paesaggio più articolato e meno scontato. Il circuito rurale incarna contemporaneamente la forza di un nuovo medium e l’instabilità delle istituzioni che lo utilizzano nella difficile transizione al regime, proponendosi come strumento rivelatore di aspettative e urgenze, e del reciproco ricollocarsi delle istanze educative e del pubblico di massa.

Against the background of the (now familiar) transition from early to classical cinema my work explores a marginal filed of research: the educational and rural propaganda cinema and its institutional practices produced ad developed in Italy between 1912 and 1937. Taking the Istituto Nazionale Minerva, Istituto Italiano Proiezioni Luminose, Istituto Luce’s agricultural cinemateca and the Opera delle Proiezioni Luminose and the Istituto Cerere as case studies, I outline the films, visual devices, and practices used in what I call a rural circuit of films . My project is therefore focused upon an invisible cultural practice which has been traditionally disregarded by scholars. It introduces an otherwise absent corpus of works into institutionalizations’s theories, revealing a complex and less obvious film history. At the same time, the rural circuit of films embodies the strength of a new medium and the movement towards dictatorship in Italy. Film offers itself as an instrument which traces the expectations and needs of pedagogical institutions and their changing relationship to the masses.

Tesi online | Online repository
http://hdl.handle.net/10280/103

Annunci