PhDs

BANCA DATI DELLE TESI DI DOTTORATO IN CINEMA, FOTOGRAFIA, TELEVISIONE
DATA BASE OF PhD DISSERTATIONS IN CINEMA, PHOTOGRAPHY AND TELEVISION
← TORNA ALL’ELENCO | BACK TO THE LIST


Schermi di Proust. A la recherche du temps perdu: rifrazioni nel cinema
Proust’s screens. A la recherche du temps perdu: refractions in cinema

Autore | Author
Anna Masecchia
amasecchia@gmail.com

Corso di dottorato | PhD Program
Logos e rappresentazione
Università degli studi di Siena
Tutor Andrea Martini, Laura Caretti
2005

Sinossi | Abstract
L’arco di tempo che intercorre tra il 1913 e il 1922, date di pubblicazione dei volumi di uno dei maggiori romanzi del modernismo europeo, è stato fondamentale per il consolidarsi sia della narrazione cinematografica sia di una teoria del film. Da questa riflessione, è nata la necessità di investigare quelle che, alla fine del percorso di ricerca, sono state definite le rifrazioni al cinema della struttura narrativa e dell’estetica proustiane. Così, all’attenzione al lavoro di traduzione intersemiotica di sceneggiatori e registi – per fare solo due esempi, possono essere ricordate la difficile gestione del “je” della Recherche insieme alla spinta a risemantizzare nel tempo, attraverso una nuova costruzione formale e narrativa, la densa materia letteraria proustiana –, si è associata l’analisi dell’innesto della concezione dell’Arte elaborata da Marcel Proust sui processi creativi di registi come Raoul Ruiz e Chantal Akerman.

The period between 1913 and 1922, the dates of publication of one of the greatest novels of European modernism, was crucial for the consolidation of both the cinematic storytelling and the theory of film. From this simple reflection, it became necessary investigate those that, at the end of my search path, I have defined the refractions in the cinema of the Proust’s narrative structure and aesthetics. Thus, at first I gave my attention to the work of intersemiotic translation made by writers and directors (for example, I have analysed the difficult management of the ‘je’ of the Recherche or the urge to ‘re-semanticize’ the Proust’s literary dense matter). Then, I have investigated the graft on the creative process of directors like Raoul Ruiz and Chantal Akerman of the Marcel Proust’s aesthetics.

Tesi online | Online repository

Annunci